Chi Siamo

Il Centro di Recupero Tartarughe Marine di Brancaleone è attivo dal 2006 e si pone come principale obiettivo la tutela e conservazione delle tartarughe marine, attraverso il soccorso, la cura e la riabilitazione degli esemplari rinvenuti in difficoltà. E’ gestito dall’associazione ambientale no-profit “Naturalmente Brancaleone” che, senza scopo di lucro, si impegna nella realizzazione di numerose attività a tutela dell’ecosistema marino e dunale, svolgendo, inoltre, un ruolo molto importante nella sensibilizzazione e nell’educazione ambientale accogliendo numerose scuole attraverso progetti didattici, ma anche gruppi, famiglie ed altre associazioni del settore ambientale e non, e durante il il periodo estivo diviene mèta di molti turisti che sopraggiungono da tutta Italia per visitare l’ospedale delle tartarughe. Grazie al lavoro svolto negli ultimi anni, la struttura si è rivelata di fondamentale importanza per la salvaguardia di questi animali, curando e restituendo al mare oltre 500 esemplari. Trovandosi in un’area del Mediterraneo molto frequentata dalle tartarughe, il CRTM sorge proprio all’interno del sito più importante di nidificazione della specie Caretta caretta; recentemente, infatti, è stato scoperto dai ricercatori che la costa ionico-meridionale calabrese, denominata “Costa dei Gelsomini”, è il principale sito di nidificazione italiano della Caretta caretta. In questi 36 km di costa quasi desertica si concentra, infatti, circa l’80% di tutti i nidi deposti in Italia, isole comprese (dati Unical).

Non disponendo di alcun tipo di finanziamento l’associazione si autogestisce organizzando attività atte a raccogliere fondi per  il mantenimento stesso della struttura. Tra queste: iniziative benefiche, shop solidale, visite guidate, progetti educativi e campus di volontariato estivi. Inoltre, l’associazione, promuove azioni di sensibilizzazione, divulgazione, educazione ambientale e corsi di formazione. E’ impegnata, altresì, in numerosi progetti di ricerca scientifica nazionali e internazionali inerenti la Conservazione delle Tartarughe Marine.

L’ospedale delle tartarughe

2015_11_25_CRTMBrancaleone_Paris-7

La riabilitazione degli esemplari ricoverati costituisce gran parte del lavoro e del fabbisogno di risorse economiche della struttura. Per l’ospedalizzazione delle tartarughe, l’ospedale è dotato di vasche di quarantena e di riabilitazione, sistema di filtraggio, termoriscaldamento e radiazioni UVB, sala radiografica, ambulatorio visite e sala chirurgica, ricovero terapia intensiva e area alimentazione.
La struttura è autorizzata dalla Sanità Pubblica (ASP) e il personale è qualificato e autorizzato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare in deroga al DPR n. 357/97.
Il CRTM Brancaleone è parte integrante dei Piani di azione (nazionali e regionali) per gli spiaggiamenti (dpgr Regione Calabria 104 29 luglio 2013: rete minima d’intervento tesa alla gestione degli spiaggiamenti di fauna acquatica sulle coste della Regione Calabria Obiettivo SVET).

Personale operativo, staff e collaborazioni

Il Centro dispone di personale operativo tecnico e scientifico qualificato e con esperienza decennale, che si contraddistingue per conoscenze, competenze e abilità nel campo della tutela e conservazione delle tartarughe marine.

Filippo Armonio è il Presidente dell’associazione e responsabile del Crtm.

Tania IL Grande è il vice-presidente dell’associazione, tecnico veterinario del Crtm e responsabile dell’area ricoveri.

Il lavoro dello staff è coadiuvato da biologi e veterinari, e si avvale per consulenze specialistiche e chirurgiche della preziosa collaborazione ed esperienza del Prof. Antonio Di Bello, Dipartimento Medicina Veterinaria, Università di Bari.
Inoltre, nel periodo estivo, il duro lavoro dello staff è supportato dalla presenza di numerosi volontari nazionali e internazionali che partecipano con dedizione ed entusiasmo agli eco-campus di formazione e volontariato.

Da sempre consolidata la collaborazione anche con le istituzioni e autorità territoriali, soprattutto con l’Asp veterinaria e la Guardia Costiera, entrambe coinvolte in prima linea nella rete regionale spiaggiamenti.

Statuto Associazione

Change this in Theme Options
Change this in Theme Options
Inline
CRTM Brancaleone - Centro Recupero Tartarughe Marine di Brancaleone
Inline
CRTM Brancaleone - Centro Recupero Tartarughe Marine di Brancaleone